Orari d’apertura

Museo, boutique e bistrot

ma – me 10:00 - 17:00

gi 10:00 - 19:00

ve – do 10:00 - 17:00

Biblioteca

ma – me, ve 10:00 - 18:00

gi 10:00 - 19:00

sa – lu Chiuso

Orari d’apertura speciali

do 1.8.2021 10:00 - 17:00 Festa nazionale della Svizzera

sa 4.9.2021 18:00 - 0:00 La lunga notte dei musei zurighesi

do 5.9.2021 0:00 - 2:00 La lunga notte dei musei zurighesi

lu 13.9.2021 Chiuso Knabenschiessen

ma 21.12.2021 10:00 - 17:00

me 22.12.2021 10:00 - 17:00

gi 23.12.2021 10:00 - 17:00

ve 24.12.2021 10:00 - 14:00 Vigilia di Natale

sa 25.12.2021 10:00 - 17:00 Natale

do 26.12.2021 10:00 - 17:00 Santo Stefano

lu 27.12.2021 10:00 - 17:00

ma 28.12.2021 10:00 - 17:00

me 29.12.2021 10:00 - 17:00

gi 30.12.2021 10:00 - 17:00

ve 31.12.2021 10:00 - 17:00

sa 1.1.2022 10:00 - 17:00 Capodanno

do 2.1.2022 10:00 - 17:00 San Basilio

ve 15.4.2022 10:00 - 17:00 Venerdì santo

do 17.4.2022 10:00 - 17:00 Pasqua

lu 18.4.2022 10:00 - 17:00 Lunedì di Pasqua (Pasquetta)

lu 25.4.2022 Chiuso Sechseläuten

do 1.5.2022 10:00 - 17:00 Festa del lavoro

gi 26.5.2022 10:00 - 17:00 Ascensione

do 5.6.2022 10:00 - 17:00 Pentecoste

lu 6.6.2022 10:00 - 17:00 Lunedì di Pentecoste

Mostrare tutto

Orari d’apertura

Museo, boutique e bistrot

ma – me 10:00 - 17:00

gi 10:00 - 19:00

ve – do 10:00 - 17:00

Biblioteca

ma – me, ve 10:00 - 18:00

gi 10:00 - 19:00

sa – lu Chiuso

Orari d’apertura speciali

do 1.8.2021 10:00 - 17:00 Festa nazionale della Svizzera

sa 4.9.2021 18:00 - 0:00 La lunga notte dei musei zurighesi

do 5.9.2021 0:00 - 2:00 La lunga notte dei musei zurighesi

lu 13.9.2021 Chiuso Knabenschiessen

ma 21.12.2021 10:00 - 17:00

me 22.12.2021 10:00 - 17:00

gi 23.12.2021 10:00 - 17:00

ve 24.12.2021 10:00 - 14:00 Vigilia di Natale

sa 25.12.2021 10:00 - 17:00 Natale

do 26.12.2021 10:00 - 17:00 Santo Stefano

lu 27.12.2021 10:00 - 17:00

ma 28.12.2021 10:00 - 17:00

me 29.12.2021 10:00 - 17:00

gi 30.12.2021 10:00 - 17:00

ve 31.12.2021 10:00 - 17:00

sa 1.1.2022 10:00 - 17:00 Capodanno

do 2.1.2022 10:00 - 17:00 San Basilio

ve 15.4.2022 10:00 - 17:00 Venerdì santo

do 17.4.2022 10:00 - 17:00 Pasqua

lu 18.4.2022 10:00 - 17:00 Lunedì di Pasqua (Pasquetta)

lu 25.4.2022 Chiuso Sechseläuten

do 1.5.2022 10:00 - 17:00 Festa del lavoro

gi 26.5.2022 10:00 - 17:00 Ascensione

do 5.6.2022 10:00 - 17:00 Pentecoste

lu 6.6.2022 10:00 - 17:00 Lunedì di Pentecoste

Mostrare tutto

La mostra su Zurigo al Museo nazionale si arricchisce di nuovi pezzi

Museo nazionale Zurigo
Data di pubblicazione 1.9.2020

La mostra «Semplicemente Zurigo» al Museo nazionale si arricchisce di undici nuovi oggetti, scelti sulla base delle idee e dei desideri espressi dalla popolazione.

La mostra permanente dedicata alla città e al Cantone di Zurigo del Museo nazionale è stata inaugurata all’inizio del 2019. Al centro della sala espositiva è stato posizionato un enorme cubo contenente 60 oggetti di diverse epoche e regioni, al quale ora vanno ad aggiungersi altri undici pezzi. Tra i nuovi oggetti vi sono la tegola di epoca romana rinvenuta a Wettswil, le bambole kachina della dadaista Sophie Taeuber-Arp e il salvadanaio di Teleboy, che la televisione svizzera ha lanciato negli anni Settanta per pubblicizzare l’omonimo programma TV. Videoclip con alcuni filmati inediti raccontano storie incredibili e interessanti che hanno come protagonisti questi preziosi testimoni di un’epoca.

Nella scelta dei nuovi oggetti esposti hanno contribuito anche le idee e i desideri espressi dal pubblico. Dall’inaugurazione della mostra all’inizio di febbraio 2019, infatti, l’Associazione Semplicemente Zurigo ha ricevuto numerosi suggerimenti dalla popolazione su nuovi oggetti da esporre e storie da raccontare, dei quali si è tenuto conto al momento della decisione.

Immagini

Salvadanaio di Teleboy del 1976

Catoptric designa in greco antico lo specchio. Lo specchio integrato nell’anello riflette l’occhio della persona che lo indossa mentre lo sta osservando. Otto Künzli è noto per la sua concezione di gioielli che si ispirano spesso, in chiave criptica, a tematiche sociali o politiche.

Copyright: Semplicemente Zurigo, 2020; Fotografa: Mara Truog

Tegola risalente al II secolo d.C.

Nel 1992, durante gli scavi archeologici a Wettswil, nel distretto di Affoltern am Albis, sono state scoperte due fornaci di epoca romana. In uno dei forni è stata rinvenuta una tegola risalente al II secolo d.C., sulla quale sono riportati tre nomi: Victor, Paridianus e il suo schiavo Erymus. Victor era il proprietario della vicina fabbrica di laterizi.

Copyright: Semplicemente Zurigo, 2020; Fotografa: Mara Truog

Bambola kachina

I Pueblo intagliano le bambole kachina come rappresentazioni degli spiriti. C. G. Jung portò due di queste figure in legno dagli USA nel 1925 e le espose nella biblioteca del Club Psicologico a Zurigo. L’artista dadaista Sophie Taeuber-Arp ha tratto ispirazione da queste bambole per realizzare due costumi in occasione di un ballo in maschera.

Copyright: Semplicemente Zurigo, 2020; Fotografa: Mara Truog

Contatto per la stampa e Museo nazionale svizzero

+41 44 218 66 63 medien@nationalmuseum.ch

Ricerca